NEXT NORMAL: quali sono le buone abitudini tecnologiche da mantenere?

06 luglio 2020
NEXT NORMAL: quali sono le buone abitudini tecnologiche da mantenere?
Consapevolezza, tutela, flessibilità e agilità

Lockdown, New Normal e ora Next Normal. Nomi diversi per indicare una comune una spinta al cambiamento e all’evoluzione che ha caratterizzato gli ultimi tre mesi, talmente decisiva da rendere i nuovi comportamenti routine.

Tre mesi di centrifuga in cui, come per tutti gli eventi sconvolgenti, dopo il rumore e la trasformazione, possiamo oggi permetterci di guardare e considerare tutto da una prospettiva nuova.

In particolare attraverso il punto di vista dell’universo ICT, un settore in cui si è registrata una vera e propria spinta verso la digitalizzazione, perché è la tecnologia che ci ha permesso di rompere le barriere imposte dalla lontananza, le stesse che minavano anche la continuità operativa delle aziende, restituendoci una quotidianità lavorativa del tutto nuova.

Insomma, non tutto è stato negativo in questi mesi. E oggi, all’inizio di questa normalità nuova, possiamo provare a guardare con la giusta distanza e prospettiva il passato recente, cercando di trarre qualche buona abitudine tecnologica che potremo valorizzare a lungo.

1.Remote Working

Accanto allo stato di necessità, la prova concreta delle potenzialità del lavoro da remoto è che anche le aziende più titubanti l’hanno adottato. I vantaggi sono in termini di continuità del business, e anche di soddisfazione dei propri dipendenti. Perché non pensare quindi a una nuova calendarizzazione e ad un nuovo assetto della vita lavorativa di tutti? Gli uffici in futuro potrebbero infatti diventare un luogo di formazione e networking aziendale e non più il solo luogo di lavoro. 

2.Cybersecurity Awareness

L’inevitabile estensione della superficie di attacco, ha focalizzato la lente di ingrandimento su tematiche di sicurezza. Ricerche di settore segnalano un aumento del cybercrime del 95% e, in particolare, dell’aumento del 150% degli attacchi di phishing. Accanto ai dati però, a crescere è anche una maggiore consapevolezza e maturità della materia che va al di là dello stato di necessità attuale.

3.Meeting e Webinar

Un tempo i meeting online e i webinar venivano usati solo in sostituzione di quelli fisici, e soprattutto non erano mai la prima scelta.

Quello che però questi mesi ci hanno offerto, è la consapevolezza della maggiore produttività ed efficacia di questi, in termini di puntualità, organizzazione agenda e struttura organizzativa. Perché quindi non privilegiare sempre questa modalità rispetto a quella fisica anche nel prossimo futuro?

4.Termoscanner

In questi mesi il nostro vocabolario si è sicuramente arricchito di nuovi termini. Tra questi il Termoscanner. La necessità della sua adozione è legata ora all’adeguamento alla nuova normalità, ma siamo proprio sicuri che, anche passata questa emergenza, un simile dispositivo non porterà comunque un beneficio alla quotidianità? Pensiamo infatti alla possibilità di tutelare al meglio la salute dei dipendenti, con l’effetto di far sentire gli stessi più sicuri all’interno dell’azienda e trasmettere così la solidità dell’intera infrastruttura.

5.Ottimizzazione degli spazi

Si parla tanto di ottimizzazione degli spazi in questo periodo perché serve gestire al meglio i flussi all’interno degli spazi condivisi. Pensiamo alle aree comuni, alle sale riunioni... Questo forse, tra le cinque nuove abitudini da privilegiare, è forse quella in cui la tecnologia può essere utilizzata sì, ma subordinata ad un altro elemento più “umano”, il buon senso. Quello che ci permette di evitare comportamenti non corretti nella prenotazione di spazi non adatti al numero di persone coinvolte per esempio, pensiamo a meeting di due persone in sale da dieci.

Insomma, in questa Next Normal, siamo davvero di fronte a un cambio di paradigma.

Sta a noi, a questo punto, scegliere di farla diventare un’opportunità ed evolvere utilizzando la tecnologia sì, ma anche tanto buon senso.

 

Scopri di più

In evidenza

Articoli correlati

RPA: di cosa si tratta e quali sono le condizioni per utilizzarla
RPA: di cosa si tratta e quali sono le condizioni per utilizzarla
Una guida rapida e gratuita per MS Planner e MS Forms
Una guida rapida e gratuita per MS Planner e MS Forms
Una guida rapida e gratuita per proteggere il business nell'Industrial IoT
Una guida rapida e gratuita per proteggere il business nell'Industrial IoT