“Prodotto o Servizio?”: la dualità ai tempi della servitizzazione

31 ottobre 2019
“Prodotto o Servizio?”: la dualità ai tempi della servitizzazione

Avere o Essere” è un interrogativo esistenziale importante e uno dei libri di sociologia più importanti del nostro secolo. Con la digitalizzazione, l’avvento del cloud e dei suoi derivati, tale dicotomia potrebbe facilmente essere influenzata e plasmata in versione ICT: non tanto “Avere o Essere” quanto “Prodotto o Servizio”.

Oggi infatti tutto è servizio e l’evoluzione digitale potrebbe facilmente essere definita attraverso un suffisso, -as a service, che se declinato in sostantivo potrebbe diventare Servitizzazione.

Declinazioni, queste, di un concetto comune, quello che sostituisce al possesso fisico del prodotto (infrastrutture e derivati) il ricorso a servizi.

Va da sé che con il diffondersi di un simile orientamento, quello dedicato al servizio appunto, la modalità in cui tale servizio viene erogato assume un’importanza vitale.

Ecco perché certificazioni che ne attestino la qualità, la validità e l’efficacia sono fondamentali e qualificanti per ogni attore del mercato ICT, per chi lo detta, come le aziende che si occupano di erogarli chiamate a rispettare standard di qualità certificata, e per i Clienti stessi, esortati a riconoscerne la validità. Sì, perché in un mercato competitivo e altamente composito, l’erogazione di eccellenza riconosciuta potrebbe e dovrebbe essere una chiave di lettura e il criterio per una selezione all’ingresso efficace quanto necessaria.

Npo, partner di riferimento per soluzioni di Digital Transformation, ha fatto della qualità certificata e dell’eccellenza una firma distintiva che ha radici profonde.

“Abbiamo conseguito l’ISO/IEC 20000-1 e l’ISO/IEC 27001, due certificazioni che rispondono a un sistema di gestione integrato che ha avuto inizio nel 2001, quando abbiamo deciso di conseguire l’ISO 9000”. Afferma Stefano Lombardi, Marketing Director di Npo Sistemi.

La prima di queste sigle si riferisce al sistema di gestione delle tecnologie informatiche per l’erogazione dei servizi IT, garantisce il rispetto di standard qualitativi alti sia per quanto riguarda la gestione dei processi chiave dell’azienda relativi alle soluzioni fornite, sia nel rapporto con parti terze (fornitori) per l’ottenimento della massima qualità ed il contenimento dei costi dei servizi erogati. In questo modo i processi per l’erogazione di servizi sono definiti secondo standard strutturati e facilmente consultabili anche dai Clienti.

“Abbiamo certificato il nostro servizio di Service Desk. L’iter in realtà è stato facilmente affrontato perché la certificazione segue l’impostazione del framework ITIL, la stessa con cui già operava il nostro dipartimento. Candidarsi quindi è stata una scelta automatica” continua Stefano Lombardi.

Accanto all’ISO/IEC 20000-1, c’è anche un’altra certificazione conseguita da Npo, l’ISO 27001, il cui perimetro appare più ampio e si riferisce alla sicurezza dei dati trattati valutando se questi siano gestiti nel rispetto dei principi di riservatezza, integrità e disponibilità delle informazioni, attraverso un processo di valutazione che deve assecondare 133 parametri a garanzia della efficace predisposizione e conduzione di un sistema per la gestione della sicurezza delle informazioni, in termini di sicurezza logica, fisica ed organizzativa.

Non si tratta semplicemente di sigilli rappresentativi, ma di elementi competitivi e differenzianti che raccontano il percorso e la promessa di Npo attraverso l’eccellenza certificata.” Continua Lombardi.

Insomma, dopo “Avere o Essere” e “Prodotto o Servizio”, studiando il mercato ICT, Erich Fromm, l'autore del libro citato,oggi avrebbe avuto non pochi spunti di pubblicazione.

In evidenza

Articoli correlati

Ripartire dalle competenze e tracciarle con il tool giusto. L'intervista a Gianluca Villa, il volto di Npo
Ripartire dalle competenze e tracciarle con il tool giusto. L'intervista a Gianluca Villa, il volto di Npo
New Normal: quali sono le prospettive di crescita per le pmi?
New Normal: quali sono le prospettive di crescita per le pmi?
Una guida rapida e gratuita per riconoscere le minacce online
Una guida rapida e gratuita per riconoscere le minacce online