Che cos’è la Business Continuity e perché è così importante oggi? La voce dell’esperto

11 gennaio 2021
Che cos’è la Business Continuity e perché è così importante oggi? La voce dell’esperto

La mentalità aziendale di prima ci aveva abituato a vedere nella proattività la vera possibilità di successo.

Gli ultimi mesi ci hanno insegnato invece che la previsione non è sempre possibile, per questo è fondamentale non solo anticipare l’azione, quanto saper ridurre i suoi tempi di risposta, sviluppando cioè la re-attività, la risposta all’azione.

Ma per sviluppare la reattività e valorizzarne le potenzialità è necessario prima di tutto adottare strategie e processi adeguati.

Fra questi la Business Continuity, alla sua voce il dizionario riporta “La Business Continuity è la capacità di un'organizzazione di continuare a erogare prodotti o servizi a livelli predefiniti accettabili a seguito di un incidente. Capirne però l’importanza è fondamentale”.

Di questo abbiamo parlato con Francesco Addeo, Head of Hybrid Integration & Cloud Strategy di Npo Sistemi.

Business Continuity, di cosa si tratta?

La Business Continuity è un tema parlante, si tratta di una procedura che permette ad un’azienda di mantenere la sua operatività anche in caso di incident.

Come ogni procedura, all’interno si declinano alcuni importanti KPI, gli indicatori che definiscono la quantità di dati e di tempo che un’azienda è disposta a perdere in caso di incident (Rpo e Rto).

Il modello di Business Continuity di Npo Sistemi si sviluppa attraverso procedure di Disaster Recovery e Backup in modalità standard o as a service grazie ad un approccio che orchestra tre pillar:

  • Metodologia: che definisce le strutture per realizzare un’architettura su misura
  • Asset: i principali kpi della business continuity
  • Organizzazione: il partner digitale in grado di orchestrarla garantendo costi contenuti e flessibilità di esecuzione.
Business Continuity, quando utilizzarla?

Tendenzialmente ogni azienda, per essere al sicuro da rischi e continuare la propria attività anche a fronte di interruzioni, ha la necessità di prevedere un piano di business continuity. Si tratta di un piano flessibile realizzato a quattro mani con l’azienda Cliente e può essere chiamato anche Business Impact Analysis, l’obiettivo è fotografare sia la parte infrastrutturale che applicativa dell’azienda evidenziando priorità e criticità nel caso di interruzioni.

Business Continuity, i benefici?

Oggi la continuità del business è diventata una vera priorità per le aziende.

Nell’ultimo anno la spinta alla digitalizzazione ha portato all’aumento progressivo di dati prodotti dalle tecnologie virtuali. Preservarli e garantire la loro rapida reperibilità in caso di incident o evento inaspettato, è un elemento imprescindibile al fine di evitare il rischio di perdita di questi ma anche la spesa di ingenti somme di denaro.

Per questo è fondamentale affidarsi a un partner in grado di disegnare un’architettura di business continuity su misura in linea con quanto segnalato dall’impact analysis, l’analisi dei possibili impatti di fronte a un incident volta al recupero e al ripristino di dati e infrastrutture.  Architetture su misura in grado di:

  • proteggere i carichi di lavoro nel cloud
  • archiviare i backup nel cloud per ridondanza e flessibilità
  • sfruttare il cloud per il Disaster Recovery

Scopri di più

In evidenza

Articoli correlati

Osa sapere: (auto)formarsi e promuovere una nuova Cultura Digitale. Stefano Lombardi, il volto di Npo
Osa sapere: (auto)formarsi e promuovere una nuova Cultura Digitale. Stefano Lombardi, il volto di Npo
DocuWare per le Risorse Umane
DocuWare per le Risorse Umane
Chatbot e Virtual Assistant: come realizzare interazioni efficaci con i Clienti. Un e-book dedicato
Chatbot e Virtual Assistant: come realizzare interazioni efficaci con i Clienti. Un e-book dedicato