Diversity & Inclusion: perché oggi è una priorità per le aziende

14 giugno 2022
Diversity & Inclusion: perché oggi è una priorità per le aziende

Diversity & Inclusion

Si parla sempre di più di Diversity & Inclusion, se ne parla in queste settimane perché si è da poco concluso l’European Diversity Month, il mese dedicato, a livello europeo, proprio a queste tematiche.

La notizia non è però che se ne parla tanto, ma che il luogo in cui queste conversazioni si stanno concentrando è cambiato. Da tematiche esclusivamente legate alla coscienza individuale, infatti, questi temi sono arrivati sui tavoli di lavoro, nelle aziende insomma.

Ma come mai oggi è così importante parlare di Diversity & Inclusion e come, nel concreto, è possibile favorire lo sviluppo di una mentalità inclusiva in azienda?

Di questo ha parlato Elisabetta Bertoldi, Senior HR Business Partner del Gruppo Ricoh, nel nuovo appuntamento della rubrica “Il volto di”.

Perché la gestione della diversità, sul posto di lavoro, è una priorità oggi?

Per rispondere a questa domanda possiamo partire da un parallelo calzante, quello con la natura, perché quello naturale è un universo in cui la sostenibilità è imprescindibile dalla biodiversità: la natura infatti è sostenibile, e continua a esserlo, solo finché sono presenti tutte le biodiversità.

Se interviene un comportamento umano che causa disequilibri all’interno del contesto naturale, l’impatto potrebbe condurre a diverse conseguenze, fino alla sua estinzione, di questo ne siamo ormai consapevoli. Ecco, la stessa consapevolezza, declinata nel contesto sociale, non è invece altrettanto matura.

Eppure la nostra azienda è un micro contesto sociale e potrà evolvere, cambiare ed essere sostenibile solo se anche qui sarà mantenuta una sua biodiversità.

Diversità e sostenibilità non sono quindi solo strettamente legate, ma anche sinonimi: se c’è diversità, c’è anche sostenibilità.  

In questo anche il linguaggio può esserci d’aiuto, facciamoci caso: il termine che usiamo per promuovere il processo creativo, brainstorming, tradotto significa tempesta di cervelli, come a intendere che solo da un evento disruptive, che porta all’incontro di pensieri diversi, potrà nascere l’idea.

Viceversa, nei contesti in cui la sostenibilità verrà a mancare, le conseguenze saranno anche economiche perché l’azienda smetterà di evolvere.

Ecco perché il tema della biodiversità deve essere accolto e gestito come un tema strategico fondamentale nelle aziende e, come tale, ha bisogno di far leva su un approccio razionale manageriale.

Come possiamo promuovere un ambiente di lavoro inclusivo che valorizzi la diversità?

È necessario un impegno condiviso, che parte da un esercizio individuale e poi collettivo.

Nella quotidianità ognuno di noi dovrebbe ricercare la diversità, non solo accoglierla. Spesso, anche inconsapevolmente, siamo portati a organizzare dei tavoli di lavoro in cui c’è comunanza di idee, in cui il pensiero è conforme. Lo stesso, lato HR, nei processi di selezione siamo sempre molto attenti al contesto in cui la persona sarà inserita. Dovremmo invece diffidare del mirroring, adottando invece un ascolto attivo, perché possiamo essere sostenibili solo se accogliamo e ricerchiamo con responsabilità, strategia e razionalità la diversità.

Quando organizziamo un confronto, per esempio, dovremmo farlo chiedendoci sempre se ci sarà qualcuno che stimolerà la discussione, se la diversità sarà favorita. Perché il rischio del conformismo di un contesto non inclusivo è quello di tramandare un’unica storia, un unico pensiero, condiviso, comodo sì, ma a breve termine.

Per evitare questo, serve allenare un’intelligenza diversa, quella emotiva, che passa attraverso il riconoscimento dei bias, dei pregiudizi verso il pensiero differente.

Quello della diversità e dell’inclusione è un viaggio che dobbiamo fare insieme, che impatta sul singolo, sulla leadership, fino all’organizzazione.

Ecco perché nel Gruppo Ricoh abbiamo scelto di iniziare questo viaggio attraverso il lancio di una policy, la “Global Diversity & Inclusion Policy”, un documento condiviso e istituzionale che sancisce il nostro impegno per il rispetto, la valorizzazione e la ricerca della diversità.

Con questo lancio, il nostro Gruppo coinvolgerà le persone in attività, eventi, momenti formativi dedicati proprio a promuovere questa tematica per innovare e promuovere il cambiamento.

Un obiettivo da sempre nel nostro DNA, perché il pay off di Ricoh, se ci pensiamo, è proprio questo. Imagine. Change.

In evidenza

Articoli correlati

Il Service Desk del futuro
Il Service Desk del futuro
IL PUNTO DI VISTA: Intervista a Walter Narisoni - Director Sales Engineer South EMEA, Sophos
IL PUNTO DI VISTA: Intervista a Walter Narisoni - Director Sales Engineer South EMEA, Sophos
IL PUNTO DI VISTA: Intervista a Paola Rigoldi Sales Manager - Channel, Alliance and Service Providers Hewlett Packard Enterprise, Italy
IL PUNTO DI VISTA: Intervista a Paola Rigoldi Sales Manager - Channel, Alliance and Service Providers Hewlett Packard Enterprise, Italy