IL PUNTO DI VISTA: Intervista a Elena Berra – IT Service Manager

18 gennaio 2023
IL PUNTO DI VISTA: Intervista a Elena Berra – IT Service Manager

Conoscere il mercato e i suoi nuovi trend in anticipo. Ma non solo. Conoscerlo e analizzarlo attraverso la voce di esperti del settore, opinion leader capaci di offrire spunti di riflessione e uno sguardo alto sul mondo IT.

È questo l’obiettivo de “Il punto di vista di”: una serie di interviste, ed eventi, che hanno l’obiettivo di diffondere la Cultura Digitale e promuovere l’Innovazione e il Cambiamento in azienda.

Si tratta di momenti contributivi con un format agile - cinque domande - per conoscere l’Innovazione e guardarla attraverso lo sguardo d’eccezione di chi la detta.

Negli ultimi due anni, infatti, la tecnologia è passata da abilitatore a vero protagonista del Cambiamento, ecco perché, in questo nuovo scenario, occorre anche adeguare lo stile e l’approccio dei contenuti dedicati.

La nuova voce d’eccezione è Elena Berra, IT Service Manager, per raccontare il legame tra Innovazione e competenze oggi.

Chi sei, cosa fai e tre aggettivi per descriverti.

Sono Elena Berra e lavoro nell’Information Techonlogy aziendale da diversi anni.

Mi piace definirmi: empatica, entusiasta e affidabile. Ho grande passione per il mio lavoro che svolgo a stretto contatto con Clienti e colleghi con abilità IT e background tecnologici tra loro molto diversi. Questo mi ha permesso negli anni di approfondire le mie conoscenze in ambito tecnologico e "tradurle” in un linguaggio che permetta ai miei Clienti di utilizzare al meglio, e comprendere, i benefici dell’Innovazione.

Come è cambiata la Digital Transformation e cosa serve per abilitarla?

L’approccio alla Digital Transformation è molto cambiato negli ultimi anni. In seguito alla pandemia, la trasformazione digitale non è più solo una strategia di business per rimanere competitivi sul mercato, ma è diventata un requisito indispensabile per la sopravvivenza delle aziende nel mercato.

Oggi più che mai considero la Digital Transformation come un percorso verso un punto di arrivo variabile, orientato sia al miglioramento dei processi e dei prodotti, sia alla creazione di nuovi prodotti di business interamente basati su piattaforme digitali.

Tutto questo si traduce e si promuove attraverso un’attenzione continua all’acquisizione di nuove competenze e conoscenze che possano valorizzare i prodotti e i servizi digitali di ultima generazione.

Che rapporto c’è tra ITIL e Innovazione oggi?

Un rapporto fortissimo: possiamo dire che l’ITIL (Information Technology Infrastructure Library) alimenta davvero l’Innovazione ed è per questo motivo che ho scelto di acquisire le certificazioni ITILV3 Expert e ITIL 4 Managing Professional Transition.

Ricordo che quando i concetti di DevOps, Agile e Lean sono stati introdotti, molti hanno pensato, anche prematuramente, che questa fosse la fine di ITIL. In realtà è successo esattamente il contrario: la maggior parte delle Best Practice di ITIL condivide i concetti, gli approcci e i principi di DevOps, Agile e Lean. Ma non solo questo: ITIL continua a promuovere l'Innovazione come un presupposto fondamentale della creazione (o meglio “co-creazione”) di valore aziendale, pur mantenendo invariata l’attenzione sulle persone, i processi e l'integrazione dell'infrastruttura IT nel quadro aziendale generale.

A conferma di questo, nella sua versione 4, ITIL si concentra proprio nello stimolare l’adozione di tecnologie emergenti, nello sperimentare, supportare e incoraggiare la creatività di ognuno in un’ottica di costante miglioramento e favorire un nuovo modo di pensare e fare business agile e veloce (un intero capitolo è dedicato all’“High Velocity IT”).

Il concetto di ITILV3 di Continual Service Improvement è nella nuova versione ancora più enfatizzato, ampliato e superato dalla “Culture of” Continual Improvement”, a sottolineare, come anticipato, che la trasformazione digitale non è punto di arrivo, ma un percorso che richiede una costante analisi introspettiva per identificare opportunità di miglioramento proprio delle persone, dei processi e delle tecnologie.

Quali competenze oggi sono necessarie per Innovare? Quanto è importante la Best Practice ITIL in questo contesto?

Credo molto nelle Best Practices suggerite da ITIL e, per esperienza personale, sono convinta che per portare al successo i progetti di Digital Transformation occorrano tanti elementi ma soprattutto una comunicazione continua con gli stakeholder, unita alla creazione di un ambiente di lavoro positivo e stimolante che favorisca la creatività, l’acquisizione di nuovi skill e la sperimentazione continua: un focus sul processo di innovazione a 360°.

Ovviamente la “ricetta magica” o una risposta facile per innovare non esiste.

Per poter stabilire un solido framework di Digital Transformation vanno seguite le linee guida di ITIL4 ovvero avere chiara la visione e la strategia futura dell’azienda (in termini di persone, processi e tecnologia) e individuare margini di miglioramento e criticità al raggiungimento degli obiettivi strategici prefissati. Occorre indentificare i talenti e i profili di competenze necessari per intraprendere un percorso di creazione di “leader digitali” in posizioni chiave che possano gestire il cambiamento e motivare e guidare gli altri affinché il cambiamento sia percepito in maniera positiva e accettato da tutti gli stakeholder.  

Secondo te qual è l’innovazione tecnologica più disruptive di sempre?

Direi sicuramente la disponibilità di internet sui nostri dispositivi portatili che ci permette di essere sempre e ovunque connessi in rete. Comunicare con gli altri via voce o chat, avere news e informazioni in tempo reale, effettuare pagamenti, partecipare a riunioni di lavoro, ottenere mappe e percorsi aggiornati e ottimizzati in base al traffico in tempo reale in qualunque momento e ovunque noi siamo, credo siano una vera rivoluzione che ci ha veramente cambiato la vita. È la vera realizzazione di quanto pronosticato da Microsoft e da me vissuto nella mia prima esperienza professionale nel lontano 1994: “Information at your fingertips!”

In evidenza

Articoli correlati

Hyperautomation Factory di Npo Sistemi
Hyperautomation Factory di Npo Sistemi
Semplificare e Innovare attraverso l'Hyperautomation
Semplificare e Innovare attraverso l'Hyperautomation
Sicurezza aziendale con un perimetro fluido. Connect & Protect.
Sicurezza aziendale con un perimetro fluido. Connect & Protect.