ITIL® 4 e ITIL® 3, quali le differenze? A tu per tu con l’esperto

28 settembre 2020
ITIL® 4 e ITIL® 3, quali le differenze? A tu per tu con l’esperto
I perCorsi di Npo Sistemi

Si parla di spinta decisiva alla digitalizzazione e di ruolo da protagonista per la tecnologia. È così.

Gli ultimi mesi hanno infatti solo accelerato queste tendenze rendendo ancora più prioritari due aspetti: prepararsi e allenarsi.

Per questo motivo Npo Sistemi sta organizzando una serie di PerCorsi e Corsi di formazione per accompagnare i suoi Clienti in questa nuova Normalità.

Oggi si parla di metodi, di framework e strutture, perché se è pur vero che la tecnologia sarà ed è la protagonista di questo nuovo scenario, acquistare qualsiasi soluzione senza essere adeguatamente formati significa fare un investimento a metà.

Di ITIL®, della nuova v4 e delle differenze con la versione precedente parliamo con Huub Commandeur, che si occupa di Coaching e di Formazione per il mondo ICT, con un focus principale su IT-QUALITY e ENTERPISE AGILITY.

ITIL®: di cosa si tratta e perché è utile seguire un corso dedicato?

ITIL® è il framework di riferimento per chi si occupa di Service Management.  È composto da un insieme di best practice, linee guida che aiutano le persone a svolgere meglio il loro lavoro.

La sua nascita è legata a oltre vent’anni fa, quando il governo inglese aveva pensato di gestire e strutturare al meglio i fornitori della pubblica amministrazione. I principi infatti sono quelli basati su sistemi di qualità, con la tracciatura, documentando le esperienze (per es. usando i ticket) e cristallizzandole in best practice, è possibile replicarle.

L’IT di un service provider deve garantire disponibilità e fruibilità dei servizi per non rallentare la produttività dell’azienda. L’obiettivo, oggi, è quello di organizzarlo per ottenere il massimo delle prestazioni e la disponibilità dei servizi.

È un tema delicato questo perché mira a organizzare la gestione del servizio per chi ha contatto diretto con il Cliente finale, che diventa il vero biglietto da visita di un Service Provider.

Come per tutto però, per farlo bene serve una struttura. Se pensiamo allo scenario attuale, fatto di lavoratori in remoto, in cui i confini del perimetro aziendale si sono estesi in maniera decisiva, la presenza di un framework che guidi anche la gestione in mobilità è ancora più necessario.

V4: cosa cambia rispetto alla versione precedente?

ITIL® 4 è una evoluzione rispetto alla versione precedente, quelli che nella versione precedente, la v3 si chiamavano processi, ora sono 34 e si chiamano practice.

La più importante differenza è l’apertura al business. V3 era più focalizzata sull’IT che fornisce un servizio e seguiva e definiva il suo ciclo di vita del servizio con cinque fasi.

Nella V4 non è più solo l’IT che costruisce il servizio, ma c’è un coinvolgimento del business, il Cliente stesso diventa parte del team.

È un approccio agile ora, che mira alla creazione condivisa del valore. Oggi nel percorso di progettazione, sviluppo, test, collaudo e passaggio in produzione di nuovi servizi vengono introdotti metodi come Agile, DevOps (Development e Operation) e Lean, con l’obiettivo di stringere notevolmente i tempi di realizzazione.

V4 e V3: quale scegliere e perché?

Sono versioni che rispondono a obiettivi diversi.

La versione 3 è ancora oggi la più adatta nel caso di Service Provider per nulla organizzati o che comunque hanno la necessità di organizzarsi con una prima introduzione delle best practice. Per loro infatti la versione 4 è ancora prematura.

Viceversa il passaggio all’ultima release è adatta per chi ha già frequentato almeno due moduli al livello Intermediate della versione 3, per questo infatti con Npo Sistemi proponiamo  di completare il percorso V3 per poi fare il modulo di transizione, un corso di 5 giorni (Managing Professional Transition Module) per diventare Managing Professional ITIL 4. In alternativa si riparte dal corso ITIL 4 Foundation con i moduli successivi per arrivare al livello Managing Professional.

Chi è Huub Commandeur

Huub è ITIL® Expert, Docente, Coach, Principal IT Management Consultant e ha oltre 30 anni di esperienza nel settore ICT. Si occupa di Coaching e di Formazione per il mondo ICT, con un focus principale su IT-QUALITY e ENTERPISE AGILITY.

Scopri di più

In evidenza

Articoli correlati

Ripartire dalle competenze e tracciarle con il tool giusto. L'intervista a Gianluca Villa, il volto di Npo
Ripartire dalle competenze e tracciarle con il tool giusto. L'intervista a Gianluca Villa, il volto di Npo
New Normal: quali sono le prospettive di crescita per le pmi?
New Normal: quali sono le prospettive di crescita per le pmi?
Una guida rapida e gratuita per riconoscere le minacce online
Una guida rapida e gratuita per riconoscere le minacce online