Ransomware, tutto quello che c’è da sapere

21 settembre 2021
Ransomware, tutto quello che c’è da sapere

 

Un report realizzato da Sophos

Ogni anno Sophos realizza un report sugli attacchi ransomware. Racconta cosa succede durante un attacco, l’impatto che ha su chi lo subisce e confronta le tendenze emerse rispetto all’anno precedente.

Quest’anno, però, Sophos, di cui Npo Sistemi è platinum partner, ha fatto di più, rivelando, per la prima volta, anche le somme effettive versate dalle vittime come riscatto (ransom) e la percentuale di dati che sono riuscite a recuperare dopo il pagamento.

I risultati

I risultati più salienti? Il 37% delle organizzazioni intervistate è stato colpito dal ransomware l’anno scorso, mentre il 54% delle organizzazioni colpite sostiene che i cybercriminali sono riusciti a cifrare i dati nell’attacco di maggiore impatto, il 96% dei partecipanti che hanno subito la cifratura dei dati è riuscito a recuperare i dati sottratti nell’attacco di maggiore impatto.

La cattiva notizia è che gli attacchi con tentativi di estorsione che ricattano la vittima sono più che raddoppiati rispetto all’anno scorso, passando dal 3% al 7%, la buona è che l’anno scorso, le vittime dichiarate erano il 51%, mentre quest’anno il 37%.

Una notizia che racconta un panorama in continua evoluzione, ma dove le aziende hanno compreso che una corretta strategia di cybersecurity è fondamentale non sono per proteggersi, ma per rispondere con maggiore reattività agli attacchi. Per questo motivo Npo Sistemi, affianca le aziende Cliente attraverso strategie di cybersecurity ad hoc.

Ma quali sono stati i settori più colpiti l’anno scorso? Quante le aziende che hanno pagato il riscatto e quante quelle che hanno recuperato tutti i dati sottratti?

Le risposte nel report dedicato.

In evidenza

Articoli correlati

VIDEO. Digital workplace e sostenibilità: Stefano Lombardi, Marketing Director, a #EdicolAperta
VIDEO. Digital workplace e sostenibilità: Stefano Lombardi, Marketing Director, a #EdicolAperta
Il nuovo digital workplace, come sono gli uffici di oggi
Il nuovo digital workplace, come sono gli uffici di oggi
Identity of things: perché oggi è così importante
Identity of things: perché oggi è così importante