System Integrator, ha ancora senso chiamarli così?

07 marzo 2022
System Integrator, ha ancora senso chiamarli così?
Raffaella Rizzardi, Communication & Demand Generation Manager Npo Sistemi

In questi due anni si è parlato tanto di cosa è cambiato.

Delle nostre abitudini, delle modalità di lavoro, poi degli uffici. Quello che stiamo attraversando è un momento disruptive, uno di quei momenti insomma in cui niente è più come prima.

È successo anche alle parole, al nostro modo di esprimerci. Hanno fatto l’ingresso, o sono semplicemente diventati più diffusi, termini come “ibrido” o “remote working”.

Il mondo dell’IT in questo ha avuto anche una grossa opportunità, quella di vivere questo Cambiamento in prima linea, di fare da apripista.

Lavoro da tanti anni in un’azienda che ha un DNA da System Integrator, Npo Sistemi, e in questi mesi sono arrivate molte richieste di interviste dedicate al ruolo dei System Integrator oggi, ai loro obiettivi come abilitatori della Digital Transformation.

Questa cosa mi ha fatto molto pensare, sia in termini di ruolo, qual era l’obiettivo delle interviste, ma anche in termini di wording. Ho pensato proprio al termine System Intagrator, nato ormai in un passato diverso e distante dall’attualità, e ho pensato: ma ha ancora senso chiamarli così?

Perché il Cambiamento c’è stato ed è stato enorme, ma il più grande è partito proprio dalla tecnologia, che da centro e fulcro della Value Proposition di queste realtà, è diventata abilitatore all’innovazione e ha consentito a tutte le aziende di superare la fase di disruption vissuta.

Un cambiamento così importante ha portato quindi, inevitabilmente, anche a un’evoluzione di linguaggio, per questo più che di System Integrator, io parlerei di INNOVATION integrator. Magari il termine non "suona bene" e non sarà quello definitivo, ma il senso è quello di portare l’attenzione proprio sull’innovazione.

Perché la nostra mission è quella di valorizzare quanto già presente nelle aziende dei Clienti e accompagnarle verso l’Innovazione.

Non è un caso, poi, che la risposta di questo cambiamento sia già nel termine stesso, Innov-AZIONE, dove agire, muoversi, anticipare il cambiamento, condurlo e non semplicemente assecondarlo, riassume anche la strategia più semplice, ma allo stesso tempo più efficace, per permettere ad un’azienda di evolvere e anticipare il cambiamento.

E per agire è necessaria la conoscenza approfondita dell’azienda, quella che un Innovation Integrator raccoglie attraverso un ascolto attento, per accompagnarla verso flessibilità, proattività e anche reattività.

In evidenza

Articoli correlati

Una guida rapida e gratuita per avere un approccio predittivo e rispondere alle minacce
Una guida rapida e gratuita per avere un approccio predittivo e rispondere alle minacce
The Great Resignation: l’opportunità per le aziende oggi
The Great Resignation: l’opportunità per le aziende oggi
Hyperautomation: nasce Business Automation Lab di Npo Sistemi, il portale su misura per i Clienti
Hyperautomation: nasce Business Automation Lab di Npo Sistemi, il portale su misura per i Clienti