Who drives Digital Transformation

14 gennaio 2020
Who drives Digital Transformation

Si scrive Digital Transformation e si legge Innovazione, Tecnologia e implementazione di soluzioni che abilitino magicamente l’evoluzione di un’azienda.

Fin qui tutto bene, in realtà però, la Digital Transformation, così come per tutti i percorsi di trasformazione che implicano un cambiamento sostanziale, ha bisogno di più semafori verdi per essere abilitata.
O meglio, ha bisogno che più fattori partecipino alla sua completa attuazione.
Implementare soluzioni di Digital Transformation infatti senza rivedere i processi di business e IT che su di essi insistono implica, un aumento della complessità.

Sono infatti quattro gli attori che, correttamente orchestrati, partecipano attivamente alla Trasformazione Digitale: tecnologia, processi, partner e persone.

Su queste pagine abbiamo già parlato di alcuni fra questi, come la tecnologia e la necessità di averne la giusta consapevolezza, ma anche dell’importanza di un ecosistema di valori e competenze condiviso così da favorire una simmetria nella comunicazione e la capillarità del messaggio.
Quello che ancora non abbiamo raccontato però, sono in realtà gli altri due pilastri: da una parte i processi e dall’altra le persone.

Si parla infatti di trasformazione digitale e di innovazione, ma spesso le aziende che dovrebbero abbracciarla presentano processi macchinosi ancorati ad antichi retaggi e modelli di organizzazione del lavoro un po’ obsoleti che non permettono di abbracciare completamente i benefici della Digital Trasformation.

Per sbloccarli favorendo una maggiore flessibilità, la risposta si declina attraverso un partner in grado di semplificare non solo i processi, ma anche l’interpretazione, la gestione e l’analisi dei dati oggi in loro possesso così come attraverso un’adeguata formazione: un processo di top down di diffusione del sapere digitale che parta dall’alto, avendo come primo testimonial il board stesso dell’azienda, per poi diffondersi in maniera capillare e trasversale.

L’ultimo attore portavoce della Digital Transformation sono poi le persone.
Perché il cambiamento, per essere abbracciato, deve essere respirato e adeguatamente interiorizzato.
Un po’ come succede all’indomani dall’acquisto di uno smartphone di ultima generazione: un boost incredibile per ottenere nuove performance, sì, ma se questo non viene associato a un training adeguato per utilizzarlo, rimarrà una semplice appendice digitale.

Sono le persone infatti a dar voce al cambiamento attraverso la condivisione di idee.
Le più vincenti nascono dall’interazione di workshop e momenti di Open Innovation, momenti di co-creazione a stretto contatto con i Clienti, per innovare creando e comprendere.

La Trasformazione Digitale deve essere prima di tutto una People Transformation: occorre infatti indirizzare un’evoluzione di competenze, abilità, modelli organizzativi e stili di leadership.

Insomma, Trasformazione Digitale sì, ma ogni tanto conforterà sapere che, all’interno di questo concetto, batte ancora un forte cuore dal sapore romanticamente analogico.

In evidenza

Articoli correlati

Webinar - Gestione e protezione dei dati in ambienti multi-cloud
Webinar - Gestione e protezione dei dati in ambienti multi-cloud
Webinar - Come utilizzare Teams per la collaborazione degli utenti da remoto
Webinar - Come utilizzare Teams per la collaborazione degli utenti da remoto
Webinar - Protezione e Compliance  degli asset in Cloud
Webinar - Protezione e Compliance degli asset in Cloud